L’INTERVENTO
ROSANNA LAMBERTUCCI
Gornalista, scrittrice e conduttrice televisiva

Quando, nei primi anni 80, ideai quello che poi diventò il famoso appuntamento televisivo “Più Sani Più Belli” fui la prima a portare in televisione argomenti fino ad allora mai trattati, come quelli della salute, del benessere interiore, della corretta alimentazione. Negli ultimi decenni poi, si è sviluppata una sensibilità a questi temi, con la presa di coscienza dello stretto legame di interdipendenza che si instaura tra ambiente e individuo, tra stile di vita e salute. Lo afferma anche la più moderna ricerca scientifica: le chiavi per vivere più a lungo e meglio dipendono per il 50% dallo stile di vita e dall’alimentazione, per il 30% dalla genetica ereditata dai nostri genitori e per il restante 20% dal Sistema Sanitario Nazionale. Alimentazione corretta e buona salute sono, quindi, un binomio indissolubile e noi italiani, stando alle ultime evidenze, ce ne siamo accorti. Ci piace mangiare in modo sano e naturale: il benessere fisico è un ingrediente sempre importante sulle nostre tavole, non a caso, secondo i dati divulgati dall’ultimo rapporto Coop 2014, l’equazione ‘mangiare bene-stare bene’ è andata via via identificandosi nel consumo sempre crescente di prodotti biologici e integratori alimentari. Ma nutrirsi in maniera adeguata non basta. Se da un lato l’Europa è sempre più longeva – con l’Italia in testa – dall’altro è anche sempre più sovrappeso, con una percentuale di “over size” che supera il 50%. Lo afferma il rapporto “Health at a Glance” pubblicato di recente dalla Commissione europea. Tra i vari parametri presentati nel rapporto, quello più preoccupante riguarda l’obesità: ormai il 53% della popolazione è in sovrappeso, mentre il 16,7% è obeso, in aumento rispetto al 12,5% di dieci anni fa. Vincere la sfida contro i chili di troppo significa arginare anche quelli che potrebbero diventare i big killer del futuro: le malattie metaboliche. Io per prima ho sempre sostenuto la regola delle 3 M: oltre a mangiare bene, i massaggi e il movimento sono alla base del nostro benessere. È dimostrato: una regolare attività fisica, anche di intensità moderata, contribuisce a migliorare la qualità della nostra vita. Muoversi tutti i giorni ha benefici significativi sulla salute complessiva, fisica e psichica. L’esercizio, oltre ad aiutare a tenere sotto controllo il peso, influisce positivamente sul benessere psicologico, contenendo lo stress, aumentando i livelli di autostima e aiutando a sviluppare rapporti sociali. L’attività fisica, inoltre, riduce il rischio di malattie croniche (come malattie cardiovascolari, diabete e osteoporosi). Grazie alla ricerca scientifica, l’aspettativa di vita sta, quindi, crescendo velocemente. La vera sfida, adesso, non è solo quella di aggiungere anni alla vita, ma qualità di vita agli anni.

Condividi
Stampa questo articolo Stampa questo articolo dillo ad un amico

Non sono permessi commenti.