La presenza degli educatori che operano a favore dell’inclusione scolastica dei minori con disabilità nelle scuole bolognesi rappresenta oramai una risorsa fondamentale per i bambini e quindi per la scuola. Si tratta di una figura professionale che nel tempo ha acquisito sempre maggiori conoscenze e competenze, garantendo professionalità e continuità educativa negli interventi affidati, in costante collaborazione con tutti i soggetti interessati. A partire dalla consapevolezza dell’importanza della “figura chiave” dell’educatore, è stata avviata una riflessione intorno al ruolo dell’Educatore delle Cooperative Sociali che opera nelle scuole dell’infanzia paritarie aderenti alla FISM, attraverso l’attuazione di un Progetto sperimentale finalizzato a realizzare esperienze innovative di buone prassi. Gli esiti di questo percorso, presentati nel Convegno del 28 novembre 2009 “Disabilità e innovazione: il ruolo dell’educatore nelle scuole dell’infanzia paritarie”, sono oggi raccolti in un volume, pubblicato dalla casa editrice edizioni junior, il cui filo conduttore ruota intorno al concetto della “sperimentazione come metodologia praticabile” e del principio fondante dell’integrazione degli adulti come condizione basilare per l’inclusione di ogni bambino con disabilità.

Condividi
Stampa questo articolo Stampa questo articolo dillo ad un amico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*